Dizionario Geografico Fisico
della Toscana
di Emanuele Repetti


[scheda sintetica]


Numero Scheda:46360 / 3755
Denominazione:Samprugnano, San Prugnano
Toponimo IGM:Samprugnano
x GB:1708111
y GB:4733945
volume - pagine:v. 5, p. 20 - 21
comune - provincia:SEMPRONIANO - GR
popolo:SS. Vincenzio e Anastasio a Samprugnano
piviere:SS. Vincenzio e Anastasio a Samprugnano
comunità:Roccalbegna
giurisdizione:Arcidosso
diocesi:Sovana
compartimento:Grosseto
ducato/regno:Granducato di Toscana


SAMPRUGNANO, o SAN PRUGNANO nella Valle dell'Albegna. - Castello con rocca diruta e chiesa plebana (SS. Vincenzio e Anastasio) nella Comunità e circa 5 miglia toscane a scirocco di Roccalbegna, Giurisdizione di Arcidosso, Diocesi di Sovana, Compartimento di Grosseto.
Risiede sopra uno sprone coperto di calcarea concrezionata (travertino); il qual poggioi fa parte dei monti che separano la Valle superiore dell'Albegna da quella della Fiora.
A me non spetta il decidere se ilnome di Samprognano non infrequente nella Toscana potè per avventura derivare dal Sampronianum, onde con qualche ragione alttribuirlo a uno de'discendenti o liberti della romana Famiglia Sempronia; spetta bensì a me di dare un cenno delle sue vicende storiche più conosciute; comecchè di cotesto castello io non conosca memorie anteriori al 1259. Avvegnachè d'allora in poi si trovano nell'Archivio Diplomatico San. documenti sufficienti a dimostrare che sino d'allora i conti Aldobrandeschi avevano dominio anco sul Castello di Samprugnano. Il qual paesetto nell'istrumento di divisione dell'11 dicembre 1272 fra i due rami Aldobrandeschi toccò di parte al conte Ildebrandino figlio che fu del conte Bonifazio, i di cui successori presero poscia il titolo di Conti di Santa Fiora. - A quella età il Castello di Samprognano era retto nel civile da un giusdicente minore, e nel 1345 apparteneva al conte Pietro di Santa Fiora raccomandato della Repubblica sanese fino dal 18 novembre 1331 insieme con altri suoi consorti.
Finalmente nel 1424, in occasione della guerra portata dai Sanesi negli stati Aldobrandeschi, gli uomini di Samprognano si sottomisero alla Repubblica di Siena nella speranza che i suoi reggitori facessero rifabbricare le case e le mura del loro castello che erano cadenti o rovinate.
Nuovi e più terribili guasti forono fatti al castello di Samprognano e a quello suo vicino delle Rocchette da un esercito spagnuolo nel 1536 quando quelle truppe posero a sacco e barbaramente devastarono entrambi cotesti paesi in maniera che non poterono insorgere mai più da tanto esterminio. - (MALAVOLTI, Istor. Senese. P. III.)
Alla base occidentale del poggio di Samprognano esiste un paduletto che in estate per 1a massima parte presciugandosi infetta l'aria intorno alle sue campagne. Esso peraltro è sì piccolo che facilmente si bonificherebbe per essiccazione tutte le volte che gli abitanti di Samprognano vi volessero procurare cotesto benefizio incanalando le sue acque nel vicino fosso del Corso.
La parrocchia de' SS. Vincenzio e Anastasio a Samprognano nel 1833 contava 585 abitanti.