Home » Altro

Lo scavo e la documentazione di una buca per l’alloggio di un palo di legno.

25 settembre 2012

Cosa è?

Le buche per l’alloggio di pali di legno sono l’elemento caratterizzante l’edilizia altomedievale europea. Erroneamente vengono talora definite “buche di palo”, mentre più correttamente dobbiamo dire “buche per alloggio di palo”.

Come è realizzata?
Il primo passo consiste nell’escavazione di una buca di forma generalmente subcircolare avente un diametro maggiore di quello del palo da inserire. Poi viene immesso il palo in posizione centrale o addossato alla parete. Quindi viene riempito lo spazio fra il palo e il margine della buca con terra e/o pietrame. L’archeologo in genere rinviene la traccia in negativo del palo. Solo in particolari condizioni si rinviene anche il palo disfatto.

Raramente la buca è stata scavata delle stesse dimensioni del palo, soprattutto in terreni duri e compatti. In qualche caso la buca è stata spoliata in antico pertanto non troviamo la traccia del palo, né la ciambella di rinforzo. Come negli esempi qui accanto troviamo solo il taglio della buca e un riempimento che talvolta è lo stesso strato che copre il taglio. La casistica è piuttosto vasta. Ad esempio è possibile che un palo sia marcito in posto, o sia stato tagliato, o che il foro sia stato riempito per non lasciare vuoti in aree frequentate. Dove la sedimentazione si è conservata con un alto grado di leggibilità è anche possibile stabilire il modo di estrazione dei pali osservando le tracce lasciate sulle pareti della buca.

Come si scava e si documenta una buca per alloggio di un palo ligneo

Dopo aver ripulito la superficie ed identificato il contorno della buca (US 1) occorre distinguere la traccia del palo, la ciambella di rinforzo (nell’esempio a fianco US 2) e il riempimento (US 3) della traccia del palo (US 4). Poi possiamo procedere allo scavo asportando prima l’US 3, poi ripulendo l’interfaccia US 4 (la traccia del palo che talvolta può essere utile numerare se il riempimento US 3 è successivo all’asportazione del palo), quindi scavare l’US 2 e documentare gli esatti contorni della buca US 1. In questo caso sarà interessante notare se sul fondo e/o sulle pareti vi sono tracce dell’asportazione del palo o delle zeppe. In alcuni casi possiamo anche avere informazioni più precise sulla reale inclinazione del palo stesso che contribuisce alla interpretazione della funzione del palo.